E’ sotto gli occhi di tutti che l’enorme diffusione tecnologica nella nostra società abbia dato luogo ad una generazione di cosiddetti “bambini digitali”, bambini nati nell’era di smartphone, internet ed app. 

Da sempre il compito dei genitori è insegnare ai propri figli a stare al mondo, ora non solo reale ma anche virtuale ed è importante che guidarli verso un utilizzo consapevole degli strumenti tecnologici, valutandone i pro ed i contro. 

I pro riguardano: 

  • Apprendimento: utilizzare mouse, tastiera, tablet migliora la manualità fine e la coordinazione. Molte sono le app che stimolano l’apprendimento, come quelle dedicate alla scienza che permettono ai bambini di imparare divertendosi. In tv ci sono canali dedicati ai più piccoli in cui vengono trasmessi programmi adatti a loro che ne sviluppano le capacità cognitive. 
  • Distanza: Internet accorcia le distanze creando connessioni tra persone, come un genitore che lavora lontano, dei nonni che vivono in un’altra città, il che aiuta a mantenere vivi i rapporti e a fare in modo che l’assenza di persone care pesi meno. 
  • Mondo del lavoro: i bambini di oggi potrebbero diventare futuri imprenditori digitali. Tante, ad esempio, sono già le professioni artistiche nate su Youtube: cantanti, attori, influencer di moda. 

CONTRO 

  • Isolamento: il mondo virtuale sembra così ricco di personaggi interessanti che i bambini potrebbero iniziare a perdere interesse per le persone. 
  • Sedentarietà: stare troppo tempo davanti ad uno schermo lo toglie alle attività all’aperto ed il poco movimento potrebbe portare al sovrappeso. 
  • Pericoli: così come la tecnologia facilita le connessioni tra amici e parenti, allo stesso modo facilita quelle con i nemici, malintenzionati di ogni genere che vedono in loro delle facili prede. 

Quali soluzioni adottare? Bastano pochi accorgimenti. 

  • Limitare l’uso della tecnologia dando dei tempi di fruizione e coinvolgere i bambini nello sport e in attività all’aperto, manuali e creative presenti nel mondo reale. 
  • Non lasciarli mai soli davanti a tv e computer per evitare che incappino in contenuti inappropriati. 
  • Insegnare loro a socializzare con altri bambini per imparare l’empatia e le regole di convivenza. 
  • Spiegargli i pericoli del mondo virtuale perché imparino a difendersi da soli. Non basta più insegnare loro a non dare confidenza agli sconosciuti per strada ma lo stesso anche su Internet, dove i pericoli sono più nascosti ma pur sempre reali. 

Un consiglio: diamo il buon esempio ai bambini dosando l’uso della tecnologia nel tempo libero, prediligendo la compagnia dei nostri figli. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui